Menu

«aprile 2024»
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345

Antonio Maggi è il nuovo Presidente Onorario della Filarmonica Cuviese

Antonio Maggi è il nuovo Presidente Onorario della Filarmonica Cuviese

Sabato 10 dicembre 2005 e domenica 11 la Filarmonica Cuviese ha tenuto il tradizionale appuntamento di fine anno per celebrare S. Cecilia, patrona della musica. Al sabato, nella nuova palestra del Centro Turistico Valcuviano, serata di particolare interesse culturale,  con l’esibizione dapprima  della Banda, diretta dal maestro Claudio Beltrame, e in seguito la consegna  delle Borse di Studio agli studenti delle scuole superiori da parte dell’amministrazione comunale di Cuvio.


Per sancire il particolare momento culturale viene presentato il calendario cuviese per il 2006, edito dalla Filarmonica in collaborazione con la Pro Loco; l'annuale almanacco è un omaggio al poeta-scrittore nostrano Aldo Armando Roncari, scomparso di recente.

I festeggiamenti della domenica, dopo la Messa nella parrocchiale di Cuvio, trovano il culmine nel pranzo, durante il quale si vive un  momento storico: la nomina a presidente onorario di Antonio Maggi.

Dopo la scomparsa alcuni anni fa di Antonio Sgalbazzi, il venerando sodalizio cuviese era rimasto senza la massima carica.

“Avrebbe potuto fare il presidente onorario per qualsiasi società del paese”. Così il presidente Giorgio Roncari , durante il suo discorso, introduce il momento di proclamazione  con parole che esprimono chiaramente la persona di Antonio Maggi.

Figura particolarmente attiva in qualsiasi momento della vita del paese, nonché uomo di straordinarie qualità umane e  ottimo clarinettista, sono le motivazioni che hanno portato i musicanti a sceglierlo come il nuovo presidente onorario.

Viene poi ricordato  Luigi Cazzani, scomparso lo scorso agosto, che per oltre 50 anni è stato musicante della Banda di Cuvio.

La Vigilia di Natale poi, la Banda di Cuvio ha effettuato la tradizionale 'Piva' che quest'anno è arrivata al trentesimo anno ininterrottamente, accompagnando il corteo degli alpini che hanno depositato il bambino nelle capanna da loro costruita sul sagrato.

Giorgio Roncari

 
  • 9 novembre 2013
  • Autore: marcopsi
  • N° di visualizzazioni: 2025
  • Commenti: 0
Categorie: Storia e Cultura
Tag:
Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione
Stampa

Si prega di eseguire illogin or register per inviare commenti.

Il tuo nome
Il tuo indirizzo e-mail
Oggetto
Messaggio:
x